Venerdì 19 aprile 2024

Voice News

Per chi preferisce ascoltare, ecco il podcast con i commenti e le notizie dall'ASP S. Alessio Margherita di Savoia.
Voice News è a cura della redazione di 'A tutta radio!', la web radio del Sant'Alessio Mds, e come sempre, saranno tantissime le voci che vi accompagneranno in questa lettura.

Buon ascolto a tutte e a tutti!
L'entrata della sede romana dell'ASP S. Alessio MddS

Digitalizzato l'archivio storico del Sant'Alessio

L’innovazione digitale sta rappresentando per il Sant’Alessio un’ulteriore opportunità di migliorare i sistemi di efficienza della gestione amministrativa e la trasparenza intesa quale opportunità di conoscenza verso i beneficiari, e anche un momento di snellimento di tante procedure che talvolta impediscono l'effettività dei servizi alla persona, che rappresentano il core business dell'ASP e che devono concretarsi in progetti di vita.
Nell'ambito dell'innovazione digitale quindi, accanto al potenziamento dei server residenti in sede o all'utilizzo di gestionari attraverso il cloud, uno degli elementi innovativi proprio di questi giorni è rappresentato dalla digitalizzazione degli archivi del Sant'Alessio.

Essendo una realtà storica, l’Ente aveva sia un archivio storico legato all'Istituto dei ciechi Sant'Alessio - che trova una collocazione molto ben ordinata presso i frati Somaschi, ed è stato interamente catalogato in occasione dei 150 anni dell’ente - sia l'archivio storico dell’Ospizio per i poveri ciechi, che chiamiamo Margherita di Savoia, ubicato al Casale di San Pio V.
Tale archivio aveva necessità sia di una catalogazione sia di una sanificazione - gli acari della carta possono intaccare sia le carte storiche sia quelle attuali, per cui è stato fatto un lavoro di selezione da parte di un operatore specializzato, e in questi giorni l’archivio sarà trasferito presso magazzini adeguati ubicati a Pomezia.

L’archivio potrà così essere consultato online tanto dai lavoratori in sede che da coloro che lavorano da remoto, specialmente in ambito amministrativo.
Si tratta di una catalogazione utile anche nel rispetto della normativa dei beni culturali ai sensi del decreto legislativo 42/2004, che riconosce libri e documenti come patrimonio culturale da conservare e da valorizzare.
Juri Umeraj con Gianluca e Daniele

Ufficio Promozione e Marketing

E’ Juri Ymeraj il responsabile dell'ufficio promozione marketing del Sant'Alessio MdS, una nuova struttura creata per aiutare l’ASP a far conoscere i servizi che offre.
Background nel digital marketing, laurea in Business Management, master in marketing e molti anni di lavoro in questo settore per aziende italiane ed estere in Albania, Juri è recentemente arrivato al Sant’Alessio a causa della disabilità visiva di uno dei suoi figli. Da poco più di un mese gestisce la nuova struttura, e in primis le attività di telemarketing, con un team di collaboratori non vedenti e ipovedenti.

“Quello che noi facciamo - racconta Juri - è seguire passo passo l'intera campagna pubblicitaria garantendo la soddisfazione e accompagnando l'utente in ogni sua tappa. Ad oggi, nonostante questa unità sia operativa da meno di un mese, è riuscita ad attivare tre corsi per Caregiver familiari e uno da operatori socio sanitari. L’auspicio è che le forze di Daniele, Gianluca e Gianluigi siano presto affiancate da altri giovani operatori del settore perché a breve verranno attivati nuovi corsi di formazione come l’ASO e l’OEPAC.

Molti sono gli spazi all'interno del Sant’Alessio che meritano di essere vissuti. Infatti con l'unità di telemarketing diamo visibilità alla nuova Aula magna polifunzionale restaurata con contrasti di luci e colori adatti a persone con deficit visivo, e la neo ristrutturata Black Box, nella quale sarà possibile vivere un'esperienza dove si accendono gli altri sensi rimanendo completamente al buio.

Vi invitiamo a seguirci sui nostri Social e iscrivervi alla newsletter per rimanere aggiornati."
Maria Macrì, già direttore medico del Sant'Alessio nel parco urbano dell'ASP

Il saluto della direttrice medica dell'ASP, Maria Macrì

Sono stati 6 anni e mezzo - in realtà percepiti almeno come 10 perché il Covid ha fatto tanto - e sono stati anni di crescita personale e professionale.

Il Sant'Alessio è stato luogo di incontri e dagli incontri nascono legami e progetti di amicizia che fortunatamente vanno oltre il luogo.

Il mio saluto va Innanzitutto agli ospiti di ogni servizio, alle loro famiglie e a tutti gli operatori e i colleghi con i quali ho condiviso questa avventura e questo pezzo di vita. Arrivederci in altri luoghi e per altri incontri.

Maria Macrì
Foto del Colosseo

Protocollo d'intesa con il Parco archeologico del Colosseo

Un altro importante passo avanti in tema di accessibilità dei siti culturali e storici della nostra città.

E’ stato infatti siglato il protocollo d'Intesa tra il Parco archeologico del Colosseo e l'ASP S. Alessio Margherita di Savoia, che prevede la collaborazione tra i due enti per la realizzazione di una serie di attività mirata all'accessibilità del patrimonio culturale italiano in particolar modo del Parco archeologico del Colosseo, ma anche attività legate alla formazione, all'educazione e allo scambio di conoscenze nei relativi ambiti di competenza.

Le attività che verranno realizzate verranno comunicate attraverso i canali di comunicazione dell'ASP, in particolare i social, il sito e la newsletter.
Immagine con tante mani che formano un albero

Il servizio di Messa alla prova

Il servizio di “messa alla prova” nasce dalla convenzione stipulata nel 2022 tra l’ASP Sant'Alessio e il Tribunale di Roma, grazie alla quale possiamo accogliere persone per lo svolgimento di lavori di pubblica utilità e messa alla prova la cosiddetta, Map.

La messa la prova è una forma di prova giudiziale innovativa che viene concessa dal giudice su richiesta dell'imputato al fine di sospendere il procedimento penale per un reato di minore entità; è un istituto che ha in natura consensuale che ha una funzione di riparazione sociale. E’ di durata non inferiore a 10 giorni e deve essere svolta con modalità che non pregiudichino le esigenze di lavoro, studio e famiglia dell'imputato, e con una durata giornaliera non superiore alle 8 ore.

Al Sant'Alessio, con il coordinamento di Isabella Filieri, responsabile dell’Unità primo contatto e accoglienza, impieghiamo i richiedenti messa alla prova come accompagnatori di utenti in uscita all'esterno, nel disbrigo di attività socio assistenziali e socio occupazionali; sono presenti anche durante il weekend per offrire un servizio agli utenti residenziali che rimangono in sede anche nel fine settimana.

Data la particolarità della nostra azienda e la vivacità delle persone che la abitano, finora tutti i richiedenti che hanno svolto la messa alla prova al Sant'Alessio, riportano di aver fatto un'esperienza molto coinvolgente, che restituisce molto di più che l'estensione della pena.
Un momento dell'attività sportiva di judo, durante la giornata del 17 aprile a Poggio Mirteto

Progetto M.A.G.I.A.

E’ partito il 1° febbraio il Progetto M.A.G.I.A. (Movimento, azione, gioco, alimentazione sana) che vede il Sant'Alessio partner insieme alla Provincia di Latina, capofila del progetto, a UPI Lazio, Provincia di Rieti, Agenzia Latina formazione lavoro, Agenzia Frosinone formazione, Istituzione formativa Rieti, nonché le ASD Nuova pallacanestro in carrozzina e Nissolino intesa atletica.

Questo progetto è finanziato nel quadro di Azione Province Giovani, iniziativa promossa dall'Unione Province d'Italia e finanziata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

il Sant'Alessio partecipa nell'ambito dell'azione sport e disabilità attraverso l'organizzazione di open day per la promozione e l'introduzione all’attività sportiva dei giovani con disabilità visiva e sensoriale.
Il primo degli eventi previsti si è svolto lo scorso 17 aprile presso il Polo Didattico di Poggio Mirteto. In questa occasione i ragazzi della scuola Istituzione Formativa Rieti e numerosi disabili visivi del territorio hanno potuto partecipare e provare discipline sportive di baseball, judo e atletica leggera adattate alla disabilità visiva e sensoriale.

Saranno organizzate altre due giornate, l’8 maggio a Latina e il 28 maggio a Frosinone.

L'evento è ovviamente aperto a tutti i giovani che vogliono provare queste attività, sia disabili visivi che non. Gli obiettivi della giornata sono divertirsi facendo sport, mettersi alla prova, fare nuovi incontri e socializzare.
Locandina corso informatica gratuito per disabili visivi

Corso di informatica per disabili visivi - I livello

I.E.R.F.O.P. Onlus in collaborazione con l'ASP S. Alessio organizza un corso gratuito di informatica I livello destinato a 10 persone disabili visive.

Obiettivo del corso è acquisire le competenze di base nell’uso del computer per favorire l’alfabetizzazione informatica. Saranno forniti elementi teorico/pratici sull'utilizzo del computer nonché sull’utilizzo degli ausili informatici per disabili visivi.

A conclusione del percorso formativo gli allievi saranno in grado di conoscere gli elementi di base relativi al personal computer, utilizzare internet, utilizzare Microsoft word, avere gli elementi di base per utilizzare gli ausili informatici dedicati ai disabili della vista.

La durata del corso è di 50 ore, distribuite in 10 lezioni che si terranno il martedì e giovedì mattina presso la sede dell’ASP.
Le persone interessate a iscriversi devono inviare una mail a formazione@santalessio.org entro il 10 maggio. In caso di sovrannumero, saranno accolte le prime dieci iscrizioni ricevute.
L’avvio del corso è previsto per il 21 maggio 2024.
Logo Ierfop

Disabilità e longevità

E’ previsto per sabato 18 maggio il nuovo evento di formazione ECM dell'ASP Sant'Alessio.
Insieme al dottor Roberto Pili, oncologo e presidente di Ierfop Onlus, responsabile scientifico dell’evento, stiamo organizzando un incontro il cui tema sarà disabilità e longevità.

Nelle prossime settimane sarà pubblicato il programma, i nomi dei relatori e tutte le informazioni necessarie per la partecipazione.
Vi invitiamo intanto a segnarvi l'appuntamento sabato 18 maggio nell'Aula magna dell'ASP Sant'Alessio.
Attività al centro estivo

Partono il 10 giugno i centri estivi

Saranno attivi dal 10 giugno al 12 luglio nelle sedi di Roma, Frosinone e Latina i centri estivi organizzati dal servizio socio occupazionale dell'ASP Sant'Alessio, coordinato da Rita Lamusta.

Come ogni anno, i partecipanti trascorreranno le loro giornate all'aria aperta, e non mancheranno attività ludico ricreative e giochi in acqua.

Obiettivo di questo servizio è quello di trasmettere e far vivere il piacere del gioco e della condivisione dell'esperienza, in un'atmosfera vivace ma tranquilla. Non mancheranno momenti di musica, giochi motori e relax.
Maggiori informazioni verranno comunicate a breve sul sito, sui social e in newsletter.
In foto, un momento del corso

Le scienze tiflologiche: corso ai Lincei

Si sono conclusi i tre incontri formativi del Corso "Le scienze tiflologiche: dalle funzioni esecutive agli aspetti pedagogici, educativi e didattici per gli alunni con disabilità", organizzato dall'Accademia Nazionale dei Lincei e realizzato dalla nostra ASP con il coordinamento di Carmen Pirro che ha anche tenuto la prima lezione del corso.

La seconda e terza lezione, svoltesi rispettivamente l'8 e il 15 aprile, hanno visto la partecipazione di circa 100 iscritti. Insieme ai relatori Alessandro Trombetti e Valentina Monaco, entrambi terapisti dell’ASP Sant'Alessio, sono stati trattati gli elementi fondamentali della tecnologia utili all’integrazione scolastica degli alunni con disabilità visiva.
Il corso ha fornito una panoramica completa sulle funzioni esecutive e sul loro ruolo nell'ambito delle discipline educative con un approfondimento riguardo le caratteristiche educative da implementare in presenza di alunni con disabilità visiva.
Visto l'alto numero di partecipanti, il corso si concluderà con un doppio incontro nella Black box della nostra ASP, in programma lunedì 22 aprile e il 6 maggio.

Ci auguriamo che il percorso abbia rappresentato un'esperienza e un'opportunità per gli insegnanti per acquisire nuove strategie didattiche a supporto degli alunni con disabilità visiva nel loro percorso scolastico.

Formazione al buio in Black box

Mercoledì 10 aprile è stata realizzata un’attività nella Black box, in collaborazione con il CFMT, il Centro di Formazione e Management del Terziario.

All'evento di formazione hanno partecipato 15 manager delle aziende nazionali e internazionali più importanti di Roma, che hanno trascorso tre ore al buio partecipando ad attività di gruppo pensate per gestire lo stress e valorizzare la leadership.

Dopo le attività al buio i partecipanti hanno preso parte ad un momento strutturato di de-briefing curato dalla dottoressa Donatella Lecis, durante il quale hanno avuto modo di razionalizzare l'esperienza vissuta. Tutti i manager hanno giudicato molto positivamente la giornata di formazione.

Ricordiamo che le attività nella Black box vengono realizzate per le aziende, per gruppi informali e per le scuole. Per informazioni è possibile inviare una mail a blackbox@santalessio.org
In foto, il coro con Alessandro Bosetti

UNA MEMORIA DI SUONI – un laboratorio di Alessandro Bosetti

Un laboratorio dedicato a persone cieche o ipovedenti per immaginare e costruire insieme una storia collettiva fatta di suoni. Una proposta nata ancora dalla collaborazione tra Area06/ShortTheatre e A.S.P. S. Alessio Margherita di Savoia. Un viaggio tra il dentro e il fuori di ognuno di noi, usando il suono come strumento di raccordo e di comunicazione, di rievocazione e di immaginazione.

Il lavoro sarà diviso in due sessioni di laboratorio, sei giorni in tutto, in cui creare un “Palazzo della Memoria” per i suoni. Come? Costruendo uno spazio architettonico immaginario (ma anche reale), e facendolo abitare e vivere dei suoni ricordati dai partecipanti e appartenenti alla loro storia reale o immaginaria.

Nell’arco dei sei giorni ci saranno diverse fasi di lavoro:
  • La prima sarà quella della rievocazione dei suoni attraverso esercizi che assomigliano a delle meditazioni, da fermi o in movimento. Ne emergerà un catalogo di suoni reali (appartenuti al recente o lontano passato di ognuno), o immaginari (legati alla fantasia o a ricordi meno limpidi di ognuno). Sarà quindi un viaggio attraverso la memoria per ritrovare dei suoni, e attraverso i suoni per ricostruire delle memorie.
  • Poi sarà la volta di allenarsi a ricordare il catalogo di suoni e ci eserciteremo ad ascoltarli e modificarli nella mente, come se stessimo realizzando delle composizioni musicali originali e fatte dei materiali emersi.
  • Ci sarà poi una terza sessione di ricomposizione di storie ed emozioni legate a questi suoni; questa attività sarà realizzata attraverso esercizi e pratiche di gruppo o di coppia.
  • E poi infine una fase di ricomposizione dei suoni raccolti attraverso l’uso di oggetti, strumenti musicali, registratori vocali, sintetizzatori, con l’obiettivo di ricreare e risuonare insieme il catalogo di suoni, mantenendoli più fedeli possibili alla memoria sonora che prima era solo immaginaria.
Un laboratorio che è una esperienza collettiva in cui suoni reali e immaginari si mescolano, in cui ascoltare (veramente ascoltare!) cosa c’è dentro di ognuno di noi. Un percorso di creazione di un mondo di “memorie sonore” che diventerà una performance/installazione fatta di suoni e parole: il pubblico, che sarà accompagnato tra memorie sonore e suoni rievocati, sarà ispirato a intraprendere lo stesso tipo di percorso interiore, alla ricerca di come suona il nostro passato e la nostra immaginazione.

Prima sessione di lavoro: 4, 5 e 6 giugno | 14:30-17:30
Seconda sessione di lavoro: 24, 25 e 26 giugno | 14:30-17:30
Il laboratorio si terrà negli spazi di A.S.P. S. Alessio Margherita di Savoia

Il laboratorio ospiterà un numero massimo di 7 partecipanti. In caso di sovrannumero saranno accolte le prime 7 domande pervenute.

Per iscriversi occorre inviare una mail a formazione@santalessio.org indicando nell’oggetto “NOME COGNOME – ISCRIZIONE LABORATORIO DI SUONI”

Ogni partecipante riceverà un contributo di 150 euro omnicomprensivo per la partecipazione al laboratorio.

L’esito finale del laboratorio debutterà all’edizione 2024 del Festival Short Theatre di Roma.
Locandina del concerto della BIO

La BIO in concerto

Sabato 27 aprile, alle ore 16,30, torna in concerto a Roma la BIO - Blind inclusive orchestra, la prima orchestra sinfonica al mondo che accoglie musicisti ciechi e ipovedenti.
Le difficoltà che sono legate alla mancanza di contatto visivo per la prima volta sono state superate con l'ausilio della tecnologia. Il rapporto visivo appunto tra il direttore, nonché ideatore, dell’Orchestra Alfredo Santoloci, e i musicisti con difficoltà visiva viene sostituito attraverso il contatto uditivo.
L’appuntamento del 27 aprile vede sul palco del Teatro di villa Lazzaroni l'orchestra al completo, con oltre 30 elementi.
Ospiti il Maestro Gianni Mazza e Julian Iorio, sassofonista, giovanissimo talento del Jazz mondiale.
Ingresso con prenotazione e donazione libera.
Le informazioni si possono trovare sul sito del Teatro di villa Lazzaroni nella rassegna organizzata dall'Associazione Clivis.

A Tutta Radio!

A tutta Radio! vi propone le nuove pubblicazioni presenti sul sito dell'ente, frutto di varie attività istituzionali e della nostra redazione.

Iniziamo con i live streaming!
Martedì 16 aprile si è tenuto un altro appuntamento con Il Giorno delle Storie, la serie di incontri socioculturali promossi dalla nostra ASP e trasmessi in live streaming sul sito Santalessio.org.
In questo nuovo episodio, che potete riascoltare dal nostro sito, ospite Fiammetta Palpati, amica del Sant'Alessio e autrice del libro "La casa delle orfane bianche" (Laurana editore).
Nell'episodio intervengono in un dialogo con l'autricie il DG Antonio Organtini, Marina Scarvaci e Anita Di Maio.

Proseguendo, la redazione presenta un novo episodio per il podcast di comunicazione istituzionale dell'ASP, "Comunicando. Il Sant'Alessio si racconta e racconta il territorio", dal titolo "La digitalizzazione dell'archivio" e dedicato all'evoluzione amministrativa dell'ente attraverso le voci degli operatori coinvolti, introdotti e guidati dal DG Antonio Organtini.

La redazione degli amici del terzo piano, per l'episodio della rubrica "Dal Mio punto di vista", ha sentito Giovanni Esposito, promotore del progetto dedicato alle attività sportive e di benessere della persona presentato nell'episodio dal titolo "Functional Training inclusivo".

Per concludere, Ieri Oggi Domani continua la propria attività di conoscenza delle varie professionalità presenti nel Sant'Alessio, con l'episodio che riporta l'Intervista con Noemi Mescolotto, responsabile dei servizi ambulatoriali e terapista occupazionale.

Questo e tanti altri contenuti sono presenti nella sezione web-radio del sito santalessio.org.

Per entrare in contatto con A Tutta Radio! potete scrivere all'indirizzo e-mail webradio@santalessio.org o telefonicamente e via WhatsApp al numero 06513018230.

Buon ascolto!
ASP S. Alessio - Margherita di Savoia
Viale Carlo Tommaso Odescalchi 38, Roma
facebook twitter youtube instagram website