Seguici su

BASEBALL NON VEDENTI: VITTORIE A RIPETIZIONE PER LA SQUADRA DELLA ROMA ALL BLINDS

Informazioni generali

Condividi sui social

Non sembra destinata a finire l’onda dorata per la squadra di baseball per disabili visivi Roma All Blinds. Con la vittoria conquistata domenica 14 ottobre presso il diamante Leoni di Bologna contro i Thunder’s five di Milano, la squadra capitanata da Alfonso Somma raddoppia il grande successo del 30 settembre scorso quando, sullo stesso campo, si è laureata Campione d’Italia vincendo sui Lampi di Milano.

Le vittorie degli All Blinds accendono un faro su questa apprezzata disciplina sportiva praticata da un numero crescente di giocatori e giocatrici ipo e non vedenti e da tanti appassionati ai quali la Roma All Blinds rivolge l’invito a partecipare agli allenamenti ogni venerdì dalle 18 alle 20presso il diamante dell’impianto sportivo “Giulio Onesti” (Acqua Acetosa) a Roma, Largo Giulio Onesti 1.

«Il Baseball giocato da ciechi è rivolto a sia uomini che donne disabili visivi di qualsiasi età che giocano tutti con una benda sugli occhi per competere nella medesima condizione – spiega Alfonso Somma, capitano della Roma All Blinds -. La gara si svolge in un campo dove sono presenti dei supporti sonori e degli assistenti vedenti che indicheranno la posizione esatta delle basi agli atleti ciechi.  Per giocare si utilizza una normale mazza da baseball di metallo – continua Somma – una regolamentare pallina da baseball sonora, un guanto da baseball e delle palette di legno, utili agli assistenti di seconda e terza base per indicare agli atleti in corsa l’esatta posizione delle stesse. Questo è il baseball ciechi, non semplice da capire ma complicato giusto per divertirsi. Batti, corri, prendi la palla e la tiri, ma soprattutto sfidi l’avversario in un gioco di gesti e tempi rapidi in spazi all’aperto ampi e sicuri – conclude Somma».

Per informazioni si può chiamare il capitano degli All Blinds, Alfonso Somma, al numero 339.54.95.342.

Iscriviti alla newsletter e resta aggiornato

Articoli correlati

PROGETTO DI CONSULENZA TIFLODIDATTICA E METODOLOGIE DI RICERCA PER ALUNNI DISABILI VISIVI

PROGETTO “INTEGRAZIONE SOCIALE E SCOLASTICA DELLE PERSONE CON DISABILITÀ VISIVA”

ILLUMINAZIONI. Il buio che insegna.